Quattro amici per il Marocco alla ricerca di qualcosa: un’amicizia, loro stessi. Così, La NOP come il film di Salvatores.

Quattro amici per il Marocco alla ricerca di qualcosa: un’amicizia, loro stessi. La NOP come il film di Salvatores.

La NOP quest’estate ha percorso chilometri fra profumi di bosco, panorami e cieli azzurrissimi. E silenzio. Un’ orchestra viaggia come entità unica fatta di singoli, viaggia con i propri spartiti di breve durata ma di eterna persistenza. Anche noi in Valtellina, per il festival “Le altre note”, abbiamo avuto la splendida possibilità di condividere la nostra musica fra di noi e con il pubblico; come i quattro amici del film abbiamo viaggiato fra i nonluoghi come gli autogrill e la concretezza leggera dei paesi di montagna, abbiamo provato sapori di piatti tradizionali, che sono diversi mescolati con l’aria del luogo, sono diversi come gli occhi che guardano e le orecchie che ascoltano. L’ albergo incastrato in una valle, incrociava età diversissime: squadre di calcio e balli di anziani, sport, cultura, passato e futuro. Profumo di montagna e caffè.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *